Dulcimer Ensemble2019-03-25T19:14:02+02:00

DULCIMER ENSEMBLE

“LA STORIA “

Nell’anno 2000 la concertista Antonia d’Amato versatile flautista, insieme all’arpista Adalgisa Turrisi, fondò il nome del gruppo”Duo Dulcimer&Ensemble, così il flauto si unì all’arpa celtica strumento originale simbolo dell’antica tradizione folk irlandese.
Il Duo ha poi previsto ed ampliato il suo organico con un interessante inserimento di altri strumenti quali: il violino,vocalist, tastiere, flauti barocchi, twinstle, didgeridoo, handpan e batteria così da attuare un ensemble aperto e correlato alle musiche in programma ed alle locations prescelte.
Le intense attività concertistiche sono molteplici e varie essendo un gruppo polivalente . E’ stato richiesto ed acclamato in più diverse manifestazioni artistiche ed apprezzato con forte plauso dalla critica giornalistica e sentito vivo apprezzamento dal pubblico.
Si sono esibiti a diversi e numerosi Concerti Live, al Teatro Affabulazione del Lido di Ostia, Teatro Lido di Ostia, Concerti didattici “I.C.Maria Capozzi di Roma”, Teatro “Dante Alighieri” di Ravenna, “Museo Nazionale degli Strumenti Musicali” di Roma, Associazione Culturale”Amelie” di Monterotondo (RM), al Teatro “Osvaldo Scardelletti” di Monterotondo(RM),alla Biblioteca Comunale “Elsa Morante” di Ostia, al Convegno Letterario per la pubblicazione del Libro “Liam Doyle” della scrittrice Roberta Tomassini .
Il complesso ha avuto il riconoscimento del “Patrocinio del Comune di Roma”.
Il Duo Dulcimer & Ensemble ha come obiettivo principale quello di divulgare le magiche misteriose melodie medioevali della tradizione celtica irlandese, bretone e scozzese con estemporanei accenni ritmici di improvvisazione alla batteria adatto e fruibile ad ogni tipo di pubblico.
Nel loro repertorio celtico ci sono dei brani inediti tra cui “Liam Doyle”, composto dalla (scrittrice )Roberta Tomassini ed arrangiato da Antonia d’Amato (flauto) e Katia Catarci (all’arpa celtica), il quale è stato nel Maggio del 2017, Vincitore del 3 Premio Artistico Letterario Internazionale al Femminile “Maria Cumani Quasimodo” premiato dal Pathron nonché Presidente della Giuria il produttore discografico Giulio Mogol

Discografia:
Nel 2014 hanno inciso il loro primo Cd intitolato “Musica Celtica”- Duo Dulcimer- Antonia d’Amato ( flauto) e Raffaella Mattarelli (arpa celtica)Ed.SIAE. Nel 2017 hanno inciso presso lo Studio Soundmakers di Valerio Cesaroni, il loro secondo Cd intitolato “Liam Doyle” del Duo Dulcimer & Ensemble eseguito da Antonia d’Amato( flauto) -Katia Catarci
(arpa celtica)- Federico Tribuzi (batteria) Ed.SIAE. ed il recente terzo Cd intitolato: ” LA VIA DEL WIRD”ed.SIAE sempre inciso negli studi di Soundmakers eseguito da : Antonia d’Amato(ai flauti) , Katia Catarci (arpa celtica ), Federico Tribuzi (batteria)Ed.SIAE.
Ad oggi il Complesso è composto da:
Antonia d’Amato ( flauto traverso, flauti barocchi, twintste, didgeridoo e handpan).
Raffaella Mattarelli ( arpa celtica), Emanuela Lo Giudice (vocalist), Patrizia Pangrazi (violino), Maurizio Massimi (tastiere), Federico Tribuzi ( batteria)..

IL QUARTETTO D’ARCHI

Il Quartetto d’Archi si è esibito con cantautori italiani di fama mondiale quali Claudio Baglioni Michele Zarrillo Renato Zero Gino Paoli ed altri ancora. Hanno collaborato nell’Orchestra del” Festival di San Remo” sono stati in trasmissioni televisive “Amici” ”Ballando sotto le Stelle”ed altre ancora. I Cantanti Lirici collaborano con il” Teatro dell’Opera” di Roma e con il “Teatro Lirico Sperimentale” di Spoleto. Le arpiste ed i strumenti ad arco fanno parte dell’Orchestra “Roma Sinfonietta”diretto dal M° Ennio Morricone. Collaborano con il Gruppo da Camera “I Musici Veneziani”di Roma. Con l’Orchestra “Nuova Scarlatti” di Napoli hanno partecipato a numerosi concerti e trasmissioni televisive con artisti di fama internazionale quali Andrea Bocelli Lucio Dalla e Cecilia Gasdia. I Latin-Jazz sono musicisti docenti presso la “Scuola Popolare di Musica di Testaccio” di Roma. Fino ad oggi la nostra Organizzazione Eventi Musicali ha riscontrato molteplici consensi di pubblico grazie alla sua competenza professionalità e tanta passione in questo settore.

Fino ad oggi l’Organizzazione Eventi Musicali ha riscontrato molteplici consensi di pubblico grazie alla sua competenza professionalità e tanta passione in questo settore.

I MUSICISTI

Antonia d’Amato inizia a soli 5 anni ad intraprendere gli studi musicali con il padre pianista Almerindo d’Amato. Supera l’esame d’ammissione all’età di 11 anni al Conservatorio di Musica S.Cecilia di Roma, conseguendo nel 1985 il Diploma di Flauto con il massimo dei voti sotto la guida del M*Angelo Persichilli. Ha partecipato a corsi internazionali di perfezionamento all’estero ed in Italia, con Flautisti di fama mondiale e Musica da Camera quali Angelo Persichilli,Alan Marion,Peter Lukas Graf,Dino Asciolla e con Conrad Klemm “La tenique Alexander”. Particolarmente interessata anche alla prassi esecutiva del periodo barocco ha allargato i suoi studi al Flauto Traversie ed ai Flauti a becco con il M*Claudio Rufa. Ha approfondito lo studio del Flauto di Pan con il M*Enrico Casularo. Nel 2011 si è Laureata in Scienze della Formazione con Tesi di Laurea “Il linguaggio Universale della Musica : ideazioni e sviluppi teorici innovativi nel panorama musicale” all’Università “Niccolo’ Cusano” a Roma. Consegue poi il Master di 1* livello sui Metodi e Techiniche Specialistiche per l’Educatore-Formatore del Sostegno per l’handicap e lo svantaggio con esito 110 e la lode. Si interessa e si appassiona dal 1997 alla Musicoterapia frequentando il “Centro Educazione Permanente CEP-PRO CIVITATE CHRISTIANA” di Assisi.Partecipa negli anni 2006-2007 al” Corso Biennale di Specializzazione in Musicoterapia” indetto dal MIUR, con esito lodevole presso il Conservatorio di Musica ” A.Casella” a l’Aquila. Effettua corsi di formazione per la didattica, partecipando al “Il Flauto traverso per i Bambini” dal M*Arlett Biget ,autorizzato dal Provveditorato Studi di Firenze. Frequenta lAssociazione Italiana Jacques Dalcroze di Roma. Frequenta nel 1999-2000 il Corso di “Didattica Musicale per Bambini sulla pratica della Metodologia Orff ” di Roma. E’ stata 1*Flauto stabile nell’Orchestra da Camera “Collegium Musicum Ottorino Respighi”, si è esibita con vivo apprezzamento di pubblico e di critica, con l’Orchestra “Cappella Musicale Costantina” in qualità di solista di A.Vivaldi “Il Gardellino” diretto dal Direttore M*Paolo De Matthaeis ed il Concerto in Sol M.per flauto ed orchestra di GB.Pergolesi. Ha vinto vari I Premi a Concorsi Internazionali e Nazionali di Musica solistica e da Camera tra cui, al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Stresa (unica italiana classificata). Ha svolto un’intensa attività concertistica che le ha portato a viaggiare per circa 45 Paesi Europei ed Extraeuropei diffondendo la musica italiana all’estero con il Complesso musicale “Insieme Italiano”,con I “Virtuosi di Roma , in Duo Flauto e pianoforte M*Caterina Vasaturo negli U.S.A.,esibendosi in Duo Flauto e Chitarra con il M*Stefano Traini in Grecia. Nel 2000 idealizzo insieme a delle colleghe arpiste, il nome “Duo Dulcimer & Ensemble “formato da Flauto ed Arpa celtica con possibile di aggiunta di altri strumenti d’insieme. A tutt’oggi esuguiamo concerti live cercando di far conoscere la sua “misteriosa magica bellezza”… Ha inciso il CD ‘700italiano-‘900 argentino Duo Piazzolla con il chitarrista M*Stefano Traini. Un CD “Nozze in Musica” arpista M*Ornella Bartolozzi . Un CD Musica Celtica arpista M* Raffaella Mattarelli . È stata docente di Flauto al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce. Al Conservatorio di Musica “Ottorino Respighi”di Latina. Al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Attualmente è Titolare di cattedra di Flauto IC.Baccano di Roma.

Antonia d’Amato inizia a soli 5 anni ad intraprendere gli studi musicali con il padre pianista Almerindo d’Amato. Supera l’esame d’ammissione all’età di 11 anni al Conservatorio di Musica S.Cecilia di Roma, conseguendo nel 1985 il Diploma di Flauto con il massimo dei voti sotto la guida del M*Angelo Persichilli. Ha partecipato a corsi internazionali di perfezionamento all’estero ed in Italia, con Flautisti di fama mondiale e Musica da Camera quali Angelo Persichilli,Alan Marion,Peter Lukas Graf,Dino Asciolla e con Conrad Klemm “La tenique Alexander”. Particolarmente interessata anche alla prassi esecutiva del periodo barocco ha allargato i suoi studi al Flauto Traversie ed ai Flauti a becco con il M*Claudio Rufa. Ha approfondito lo studio del Flauto di Pan con il M*Enrico Casularo. Nel 2011 si è Laureata in Scienze della Formazione con Tesi di Laurea “Il linguaggio Universale della Musica : ideazioni e sviluppi teorici innovativi nel panorama musicale” all’Università “Niccolo’ Cusano” a Roma. Consegue poi il Master di 1* livello sui Metodi e Techiniche Specialistiche per l’Educatore-Formatore del Sostegno per l’handicap e lo svantaggio con esito 110 e la lode. Si interessa e si appassiona dal 1997 alla Musicoterapia frequentando il “Centro Educazione Permanente CEP-PRO CIVITATE CHRISTIANA” di Assisi.Partecipa negli anni 2006-2007 al” Corso Biennale di Specializzazione in Musicoterapia” indetto dal MIUR, con esito lodevole presso il Conservatorio di Musica ” A.Casella” a l’Aquila. Effettua corsi di formazione per la didattica, partecipando al “Il Flauto traverso per i Bambini” dal M*Arlett Biget ,autorizzato dal Provveditorato Studi di Firenze. Frequenta lAssociazione Italiana Jacques Dalcroze di Roma. Frequenta nel 1999-2000 il Corso di “Didattica Musicale per Bambini sulla pratica della Metodologia Orff ” di Roma. E’ stata 1*Flauto stabile nell’Orchestra da Camera “Collegium Musicum Ottorino Respighi”, si è esibita con vivo apprezzamento di pubblico e di critica, con l’Orchestra “Cappella Musicale Costantina” in qualità di solista di A.Vivaldi “Il Gardellino” diretto dal Direttore M*Paolo De Matthaeis ed il Concerto in Sol M.per flauto ed orchestra di GB.Pergolesi. Ha vinto vari I Premi a Concorsi Internazionali e Nazionali di Musica solistica e da Camera tra cui, al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Stresa (unica italiana classificata). Ha svolto un’intensa attività concertistica che le ha portato a viaggiare per circa 45 Paesi Europei ed Extraeuropei diffondendo la musica italiana all’estero con il Complesso musicale “Insieme Italiano”,con I “Virtuosi di Roma , in Duo Flauto e pianoforte M*Caterina Vasaturo negli U.S.A.,esibendosi in Duo Flauto e Chitarra con il M*Stefano Traini in Grecia. Nel 2000 idealizzo insieme a delle colleghe arpiste, il nome “Duo Dulcimer & Ensemble “formato da Flauto ed Arpa celtica con possibile di aggiunta di altri strumenti d’insieme. A tutt’oggi esuguiamo concerti live cercando di far conoscere la sua “misteriosa magica bellezza”… Ha inciso il CD ‘700italiano-‘900 argentino Duo Piazzolla con il chitarrista M*Stefano Traini. Un CD “Nozze in Musica” arpista M*Ornella Bartolozzi . Un CD Musica Celtica arpista M* Raffaella Mattarelli . È stata docente di Flauto al Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce. Al Conservatorio di Musica “Ottorino Respighi”di Latina. Al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Attualmente è Titolare di cattedra di Flauto IC.Baccano di Roma.

Katia Catarci nasce a Roma nel 1975.
Si diploma celermente in Arpa diatonica presso il conservatorio di musica S. Cecilia in Roma col massimo dei voti.
Ha seguito Master Class di Judith Liber (interpretazione), di Alfredo Rolando Ortiz (tecniche di arpa paraguaiana), di Carol Mc Laughin (arpa jazz).
Parallelamente si è dedicata allo studio dell’arpa a levelle allargando il suo repertorio alla musica celtica, rinascimentale e barocca.
Ha collaborato con l’Accademia di S.Cecilia per la mostra “I colori della musica” allestita a palazzo Barberini di Roma.
Si è specializzata in Musica da Camera con corso triennale presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, con il massimo dei voti.
Ha all’attivo numerosi i concerti in Italia e nelle principali capitali europee da Parigi a Berna, da Reikjavick a Lussemburgo, come solista e in formazioni cameristiche. A Tirana ha eseguito in Prima Assoluta l’opera “Etera Tondo”, commento sul Paradiso di Dante.
Da diversi anni alterna l’attività concertistica a quella didattica, manifestando una particolare attitudine per i “piccoli anni”: si è specializzata in didattica dell’ arpa e in ritmica musicale presso l’Istituto Suzuki Italiano di Torino. Recentemente ha tenuto un WorkShop sul metodo Suzuki a Edimburgo nell’ambito dell’International Harp Congress.
Dopo la collaborazione con la Scuola Musicale Comunale di Grosseto, attualmente è titolare della classe di arpa presso le Scuole Suzuki di Roma e l’Arts Academy.

Katia Catarci nasce a Roma nel 1975.
Si diploma celermente in Arpa diatonica presso il conservatorio di musica S. Cecilia in Roma col massimo dei voti.
Ha seguito Master Class di Judith Liber (interpretazione), di Alfredo Rolando Ortiz (tecniche di arpa paraguaiana), di Carol Mc Laughin (arpa jazz).
Parallelamente si è dedicata allo studio dell’arpa a levelle allargando il suo repertorio alla musica celtica, rinascimentale e barocca.
Ha collaborato con l’Accademia di S.Cecilia per la mostra “I colori della musica” allestita a palazzo Barberini di Roma.
Si è specializzata in Musica da Camera con corso triennale presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, con il massimo dei voti.
Ha all’attivo numerosi i concerti in Italia e nelle principali capitali europee da Parigi a Berna, da Reikjavick a Lussemburgo, come solista e in formazioni cameristiche. A Tirana ha eseguito in Prima Assoluta l’opera “Etera Tondo”, commento sul Paradiso di Dante.
Da diversi anni alterna l’attività concertistica a quella didattica, manifestando una particolare attitudine per i “piccoli anni”: si è specializzata in didattica dell’ arpa e in ritmica musicale presso l’Istituto Suzuki Italiano di Torino. Recentemente ha tenuto un WorkShop sul metodo Suzuki a Edimburgo nell’ambito dell’International Harp Congress.
Dopo la collaborazione con la Scuola Musicale Comunale di Grosseto, attualmente è titolare della classe di arpa presso le Scuole Suzuki di Roma e l’Arts Academy.

Federico Tribuzi collabora in diversi progetti sia live che in studio, con Andrea Ra attuale bassista del cantante Fabrizio Moro, per il quale scrive e incide le partiture di batteria su diversi brani dei suoi album, con Emanuele Bultrini chitarrista dell’Orchestra Popolare di P.zza Vittorio, con Stefano Vicarelli pianista e tastierista. Nell’ultimo anno ha all’attivo due progetti che lo vedono impegnato; con il primo “SCIO’ Pinodanieleametà”, big band molto popolare nella capitale con la quale si esibisce nei locali della stessa, riproponendo tutti i successi del cantante partenopeo, e il secondo con il quale invece si esibisce in tour nella stagione estiva, proponendo uno spettacolo che vede coinvolti i ragazzi del Grande Fratello, con esecuzione di brani tratti dal repertorio classico italiano, sempre in formazione di big band.

Non da meno la sua attività come didatta, infatti Federico Tribuzi dedica molto del suo spazio proprio a questa attività già da diversi anni, insegna stabilmente due volte a settimana presso il “Dream Music Studio” di Roma, ma anche a domicilio per chi lo desidera.

Raffaella Mattarelli si è brillantemente diplomata in Arpa presso il Conservatorio si S. Cecilia sotto la guida del Maestro Ofelia Guglielmini De Luca. Ha frequentato i corsi di perfezionamento e master- class di Catherine Michel ed Elizabhet Fontan-Binoche a Nizza e a Parigi, presso l’Opera de Paris-Bastille. Con l’arpa celtica si è perfezionata con anne Marie O’Farrell. Ha collaborato in qualità di prima arpa con l’Orchestra Filarmonica di Roma, con la quale ha partecipato a tre edizioni del Festival “Musica Riva” di riva del Garda, sotto la direzione di Yuri Ahronovitch. Con la stessa orchestra ha effettuato tournée in Italia e all’estero.
Ha collaborato inoltre con l’orchestra Nova Amadeus, l’Orchestra della radiotelevisione albanese, Orchestra Roma Symphonia e l’orchestra Sinfonica Regionale del Molise.
Con l’Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli, ha partecipato a numerosi concerti e trasmissioni televisive con artisti di fama internazionale quali, Andrea Boccelli, Lucio Dalla e Cecilia Gasdia. Collabora spesso col gruppo da camera I Musici Veneziani presso la chiesa di S. Paolo entro le mura a Roma.
In qualità di solista ha partecipato alle stagioni musicali del Teatro dell’Orologio di Roma, eseguendo “l’introduzione ed allegro” di M. Ravel e le “Dances” di C. Debussy, con la direzione di Giovanni Pelliccia. Ha insegnato Arpa presso il Liceo “M. Azzarita” di Roma. Si esibisce in duo con la flautista Antonia d’Amato (Duo Dulcimer), con l’Arpa Celtica, eseguendo brani della tradizione irlandese, musica medioevale e rinascimentale.

Raffaella Mattarelli si è brillantemente diplomata in Arpa presso il Conservatorio si S. Cecilia sotto la guida del Maestro Ofelia Guglielmini De Luca. Ha frequentato i corsi di perfezionamento e master- class di Catherine Michel ed Elizabhet Fontan-Binoche a Nizza e a Parigi, presso l’Opera de Paris-Bastille. Con l’arpa celtica si è perfezionata con anne Marie O’Farrell. Ha collaborato in qualità di prima arpa con l’Orchestra Filarmonica di Roma, con la quale ha partecipato a tre edizioni del Festival “Musica Riva” di riva del Garda, sotto la direzione di Yuri Ahronovitch. Con la stessa orchestra ha effettuato tournée in Italia e all’estero.
Ha collaborato inoltre con l’orchestra Nova Amadeus, l’Orchestra della radiotelevisione albanese, Orchestra Roma Symphonia e l’orchestra Sinfonica Regionale del Molise.
Con l’Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli, ha partecipato a numerosi concerti e trasmissioni televisive con artisti di fama internazionale quali, Andrea Boccelli, Lucio Dalla e Cecilia Gasdia. Collabora spesso col gruppo da camera I Musici Veneziani presso la chiesa di S. Paolo entro le mura a Roma.
In qualità di solista ha partecipato alle stagioni musicali del Teatro dell’Orologio di Roma, eseguendo “l’introduzione ed allegro” di M. Ravel e le “Dances” di C. Debussy, con la direzione di Giovanni Pelliccia. Ha insegnato Arpa presso il Liceo “M. Azzarita” di Roma. Si esibisce in duo con la flautista Antonia d’Amato (Duo Dulcimer), con l’Arpa Celtica, eseguendo brani della tradizione irlandese, musica medioevale e rinascimentale.

Patrizia Pangrazi si è diplomata in violino sotto la guida del Maestro Guido Mozzato. Si è perfezionata con valenti insegnanti tra i quali il Maestro Monserrat Cervara e il Maestro Shalom Budeer, con il Maestro Angessa Mileva Miteva Primo violino del Teatro Opera di Roma. Si è laureata in Scienze Archeologiche. Dal 2001 è Docente in violino nella Scuola statale. Svolge intensa attività in numerose orchestre sinfoniche da camera di Roma e del Lazio, del Veneto e delle Marche. Si esibisce come solista con l’Orchestra dei Giovani Strumentisti Piceni di Ascoli Piceno diretta dal Maestro Celestino Dionisi e dal Maestro Nicola Hansalik Samale, nella quale nel 1989 vince il Primo Premio al concorso Internazionale Musica per i giovani “Città di Stresa”. Nel 1990 è membro stabile dell’Orchestra da Camera “Unione Musicisti di Roma”, con la quale ha inciso numerose colonne sonore, con i più grandi compositori per il cinema quali: Ennio Morricone, Bill Conti, Enzo Trovajoli, Pino Donaggio, Nicola Piovani. Attualmente suona regolarmente nell’Orchestra I Virtuosi di Roma, ricoprendo il posto di violino di spalla, con la fondazione Orchestra Regionale del Lazio e con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.

Diplomatasi in Canto Lirico presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina, Silvia Mirarchi inizia a collaborare come voce solista nell’Ensemble Tres Lusores elaborando un repertorio di canti medievali e rinascimentali e musiche dal mondo spaziando dai brani d’amore tradizionali anatolici alle ballate catalane de “Llibre Vermell”, dai canti aragonesi del XV° secolo alle Cantigas de Sancta Maria e si propone in concerti in Italia e all’estero.
Prende parte al 33° Corso Internazionale di Musica Antica ad Urbino tenuto da Patrizia Bovi cantante e poli-strumentista del prestigioso Ensemble Micrologus ottenendo con ampio merito l’attestato di partecipazione per il corso di Canto Medievale.
Collabora in qualità di vocalist all’incisione del disco “ Funk & World “ prodotto da RAI TRADE e alla realizzazione del disco di Gabin Dabirè. Proseguendo nella sua spiccata versatilità, in occasione della XXXVI Stagione Concertistica di Lecce, si esibisce in brani di Monteverdi, organista e clavicembalista M° Francesco Scarcella.
Pubblica due dischi “A migliaia“ e “La testa altrove“, prodotti dalla Casa discografica Terre Sommerse di Roma, avvalendosi della collaborazione del noto poeta e paroliere Pasquale Panella.
E’ ospite abituale del prestigioso Teatro Arciliuto, ove ha presentato tra l’altro un concerto di proprie composizioni ed un Recital accompagnato dal chitarrista Luca Villani, con un inedito florilegio del repertorio per voce e chitarra che verrà eseguito al Festival di Edimburgo 2019.
Tra i più salienti concerti recenti si segnala il Concerto presso il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma per la Rassegna “Estate al Tramonto”con brani di propria composizione riscuotendo consensi di pubblico e critica.
Silvia Mirarchi è docente di canto free lance presso importanti enti e associazioni della Capitale, e dirige Cori presso varie istituzioni musicali. E’ Soprano Effettivo nel Coro della celebre Accademia Filarmonica Romana diretta da Monsignore Pablo Colino.

Diplomatasi in Canto Lirico presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina, Silvia Mirarchi inizia a collaborare come voce solista nell’Ensemble Tres Lusores elaborando un repertorio di canti medievali e rinascimentali e musiche dal mondo spaziando dai brani d’amore tradizionali anatolici alle ballate catalane de “Llibre Vermell”, dai canti aragonesi del XV° secolo alle Cantigas de Sancta Maria e si propone in concerti in Italia e all’estero.
Prende parte al 33° Corso Internazionale di Musica Antica ad Urbino tenuto da Patrizia Bovi cantante e poli-strumentista del prestigioso Ensemble Micrologus ottenendo con ampio merito l’attestato di partecipazione per il corso di Canto Medievale.
Collabora in qualità di vocalist all’incisione del disco “ Funk & World “ prodotto da RAI TRADE e alla realizzazione del disco di Gabin Dabirè. Proseguendo nella sua spiccata versatilità, in occasione della XXXVI Stagione Concertistica di Lecce, si esibisce in brani di Monteverdi, organista e clavicembalista M° Francesco Scarcella.
Pubblica due dischi “A migliaia“ e “La testa altrove“, prodotti dalla Casa discografica Terre Sommerse di Roma, avvalendosi della collaborazione del noto poeta e paroliere Pasquale Panella.
E’ ospite abituale del prestigioso Teatro Arciliuto, ove ha presentato tra l’altro un concerto di proprie composizioni ed un Recital accompagnato dal chitarrista Luca Villani, con un inedito florilegio del repertorio per voce e chitarra che verrà eseguito al Festival di Edimburgo 2019.
Tra i più salienti concerti recenti si segnala il Concerto presso il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma per la Rassegna “Estate al Tramonto”con brani di propria composizione riscuotendo consensi di pubblico e critica.
Silvia Mirarchi è docente di canto free lance presso importanti enti e associazioni della Capitale, e dirige Cori presso varie istituzioni musicali. E’ Soprano Effettivo nel Coro della celebre Accademia Filarmonica Romana diretta da Monsignore Pablo Colino.

Mauro Capacci nato a Tuscania il 25.12.1957, all’età di 14 anni inizia a
suonare la chitarra per poi passare allo studio del basso elettrico che non

lascerà più. Nel corso degli anni ha suonato diversi generi (Rock, Blues,
Jazz, Fusion), con vari gruppi esibendosi in numerosi locali romani tra i
quali:

– “The Place”;

– “Locanda Blues”;

– “Red Cock”;

– “Mato Rosso”;

– “Tevere Village”;

– “Auditorium Policlinico Gemelli e molti altri locali .

Maurizio Massimi è nato a Roma il 23-01-1959 ,sin da età giovanile manifesta una chiara predisposizione alla musica, e viene quindi instradato a lezioni private di pianoforte e teoria musicale dai genitori ,presso quotati maestri della capitale.
Si perfeziona negli anni come autodidatta attraverso uno studio costante mai abbandonato, e numerose eventi dal vivo a partire dagli anni ’70.
Gli eventi, svolti come pianista e cantante individualmente, o all’interno di formazioni orchestrali, hanno avuto luogo principalmente in importanti strutture alberghiere e private di Roma. Impegnato come pianista e cantante, per circa un ventennio nell’orchestra stabile dello Sheraton Eur di Roma, matura una consistente esperienza nei più disparati generi musicali. Suona anche in diverse formazioni Jazzistiche della capitale. Recentemente, collabora come pianista/tastierista in una formazione di musica celtica con influssi pop.
Parallelamente a queste attività, non abbandona mai la sua vena creativa che lo spinge a comporre diverse opere musicali di vario genere ,come musica classica, musica pop, e musica jazz.
E’ regolarmente iscritto alla SIAE come compositore e paroliere, e unisce alle citate caratteristiche, competenze di arrangiamento e mixaggio a livello di Home Recording studio e utilizzo di DAW (Digital Audio Workstation).

Maurizio Massimi è nato a Roma il 23-01-1959 ,sin da età giovanile manifesta una chiara predisposizione alla musica, e viene quindi instradato a lezioni private di pianoforte e teoria musicale dai genitori ,presso quotati maestri della capitale.
Si perfeziona negli anni come autodidatta attraverso uno studio costante mai abbandonato, e numerose eventi dal vivo a partire dagli anni ’70.
Gli eventi, svolti come pianista e cantante individualmente, o all’interno di formazioni orchestrali, hanno avuto luogo principalmente in importanti strutture alberghiere e private di Roma. Impegnato come pianista e cantante, per circa un ventennio nell’orchestra stabile dello Sheraton Eur di Roma, matura una consistente esperienza nei più disparati generi musicali. Suona anche in diverse formazioni Jazzistiche della capitale. Recentemente, collabora come pianista/tastierista in una formazione di musica celtica con influssi pop.
Parallelamente a queste attività, non abbandona mai la sua vena creativa che lo spinge a comporre diverse opere musicali di vario genere ,come musica classica, musica pop, e musica jazz.
E’ regolarmente iscritto alla SIAE come compositore e paroliere, e unisce alle citate caratteristiche, competenze di arrangiamento e mixaggio a livello di Home Recording studio e utilizzo di DAW (Digital Audio Workstation).